Cassazione: danno esistenziale... Si o No ?

Cassazione: danno esistenziale... Si o No ?

La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 1762 del 2014, ha affermato che il danno esistenziale non è una categoria autonoma e non è ammissibile nel nostro ordinamento.




Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza 20 novembre 2013 – 28 gennaio 2014, n. 1762 - Presidente Russo – Relatore Massera

 

 

Svolgimento del processo

.1 - Con sentenze non definitiva in data 28 aprile - 14 maggio 1990 e definitiva del 22 maggio - 12 giugno 1992 il Tribunale di Alessandria, con la prima attribuì la responsabilità del sinistro all'origine della controversia per il 20% a M.G. e per l'80% a L.G. e, con la seconda, condannò quest'ultimo e la Universo Assicurazioni S.p.A. a pagare al M. L. 140.000.000.
.2 - La Corte d'Appello di Torino (sentenza in data 31 ottobre - 28 novembre 1997), in accoglimento dell'appello incidentale di L. e Universo Assicurazioni, dichiarò nulla la sentenza di primo grado, sia per l'omessa integrazione del contraddittorio nei confronti della Italfiocchi International S.p.A., proprietaria dell'automezzo condotto dal L. , sia per la nullità della citazione in giudizio di costui.
.3 - Riassunto il giudizio, il Tribunale di Alessandria (sentenza in data 11 - 16 febbraio 2004) ripartì le responsabilità come da sentenza poi annullata e condannò il L. , la Eurofiocchi S.p.A. (già Italfiocchi International) e l'Italiana Assicurazioni S.p.A. (che aveva incorporato la Universo Assicurazioni) a pagare al M. la somma di Euro 340.000,00, sotto detrazione della somma di Euro. 258.228,04 già pagata dalla Italiana Assicurazioni.
.4 - Con sentenza in data 9 giugno - 4 luglio 2006 la Corte d'Appello di Torino confermò integralmente la sentenza del Tribunale. La Corte territoriale osservò per quanto interessa: la ripartizione delle responsabilità era condivisibile; danno biologico, danno morale e danno patrimoniale erano stati liquidati in misura congrua;
correttamente il primo giudice aveva ritenuto il danno esistenziale categoria del danno morale.
.5 - Avverso la suddetta sentenza il M. ha proposto ricorso per cassazione affidato ad un unico, complesso motivo, illustrato con successiva memoria.
La Italiana Assicurazioni S.p.A. ha resistito con controricorso.
Il L. e la Eurofiocchi non hanno espletato attività difensiva.
Il ricorso, originariamente avviato alla trattazione in camera di consiglio ai sensi degli artt. 377 – 380 - bis c.p.c., è poi stato rimesso alla pubblica udienza.
La Italiana Assicurazioni ha presentato memoria con la quale assumeva, tra l'altro, di avere corrisposto al ricorrente in data 17 marzo 2004 l'ulteriore importo di Euro. 300.618,71 di cui nel ricorso non era stata fatta menzione.

 



Condividi su Facebook    

Scrivi un Commento

L'email non verrà pubblicata. I campi obbligatori hanno un asterisco