Dieta: ecco 10 miti da sfatare...

Dieta: ecco 10 miti da sfatare...

Si parla così tanto di perdere peso che può essere difficile discernere la verità dalla "confusione", ecco perché vi proponiamo la verità su 10 miti comuni sulla perdita di peso.




 

1. Dieta drastica, il modo migliore per perdere peso

Le diete drastiche difficilmente portano a dei risultati a lungo termine. In realtà, esse possono a volte portare anche ad un aumento di peso a lungo termine. Il problema principale è che questo tipo di dieta è troppo difficile da mantenere. Il tuo corpo avrà un livello molto basso di energia, ciò ti fa desiderare cibi ad alto contenuto di grassi e ricchi di zuccheri. Quando inevitabilmente cedi e mangi quei cibi, ti capiterà spesso di assumere più calorie di quelle necessarie, causando l'aumento di peso. Oppure semplicemente molli del tutto la dieta drastica, la vivi come un fallimento e rinizi ad esagerare come e più di prima per compensare la delusione.

2. Un regime di esercizi fisici molto duro è l'unico modo per perdere peso

Non è vero. La perdita di peso sensibile consiste nel fare piccoli cambiamenti per un lungo periodo di tempo. Questo significa la costruzione di una regolare attività fisica nella tua routine quotidiana. Gli adulti fra 19 e 64 anni dovrebbero fare almeno 150 minuti di attività fisica aerobica di intensità moderata - come una camminata veloce o in bicicletta, ogni settimana, e coloro che sono in sovrappeso hanno probabilmente più bisogno di questo, al fine di perdere peso. Per perdere 500g di una settimana, è necessario creare un deficit calorico - cioè, più calorie consumate rispetto a quelle ingerite - di 500 calorie al giorno. Questa differenza può essere ottenuta mangiando meno, muovendosi di più o, meglio ancora, una combinazione di entrambi. E ricordate, l'attività fisica da intraprendere è di tipo aerobico, non dovete mettere su muscoli o resistenza, quello riservatelo agli atleti, voi dovete dimagrire. Quindi non eccedete, ma durate.

3. Le pillole dimagranti sono efficaci a lungo termine per la perdita di peso

No, non lo sono. Al limite è vero l'opposto. Le pillole dimagranti da sole non vi aiuteranno a mantenere il peso a lungo termine. Devono essere utilizzate solo se prescritte da un medico. Diverso è il discorso per gli integratori.

4. I cibi sani sono più costosi

In effetti può essere, ma i cibi sani non sono necessariamente più costosi rispetto ai loro alternative malsane. Anzi, in generale potrai pagare di più per un pasto pronto ad alto contenuto di grassi e ad alto contenuto di sale di quanto pagheresti per comprare direttamente gli ingredienti freschi e cucinare da solo.

5. Gli alimenti classificati come 'low fat' o 'tasso ridotto di grassi' sono sempre una scelta sana

Siate prudenti. Gli alimenti classificati come 'low fat' devono soddisfare criteri giuridici per poter utilizzare quel marchio. Etichette come 'grasso ridotto' non devono soddisfare gli stessi criteri, e può essere fuorviante. Uno spuntino a ridotto contenuto di grassi deve contenere meno grassi rispetto alla versione completa, ma questo non rende automaticamente una scelta sana: potrebbe ancora contenere molto più grasso rispetto, ad esempio, una porzione di frutta. I cibi a basso contenuto di grassi a volte contengono alti livelli di zucchero. Inoltre molte vitamine si sciolgono nei grassi, e mangiare meno grassi significa assorbire meno vitamine. Altro esempio, una etichetta che può indurre in errore può essere quella della marmellata con una bella scritta "senza zuccheri aggiunti". Bene, ma non senza zuccheri, anzi. Non solo, senza zuccheri in alcuni casi può anche significare che vi sono dolcificanti... in quel caso bisognerebbe capire quali. Ma questa è altra storia.

 



Condividi su Facebook    

Scrivi un Commento

L'email non verrà pubblicata. I campi obbligatori hanno un asterisco